AXO Suit: l'esoscheletro per gli anziani

L'esoscheletro AXO Suit

Di solito quando sentiamo parlare di esoscheletro pensiamo a un dispositivo cibernetico in grado di potenziare le capacità fisiche di una persona o di aiutare i paralitici a camminare di nuovo. Sono abbastanza recenti le storie di Rob Camm e di Robert Woo con ReWalk. Ma adesso c'è anche un altro progetto che però si rivolge a una nicchia ancora più ristretta: si tratta di AXO Suit, un esoscheletro che ha il compito di tenere attive le persone anziane.



Il progetto EXO Suit

Tutto è iniziato il primo ottobre 2014, quando 3 università e 5 società competenti nel settore di ricerca e sviluppo hanno deciso di dare vita al progetto che sarebbe durato 3 anni. L'obiettivo era ed è quello di sviluppare un dispositivo capace di facilitare tutti i movimenti delle persone più anziane, permettendo loro di continuare le loro attività quotidiane e di partecipare alla vita sociale senza mettere a rischio la loro salute.

E così è nato l'esoscheletro EXO Suit, da indossare solo in alcuni momenti della giornata mentre si compiono delle attività specifiche. Per gli anziani dunque sarà più facile fare giardinaggio, andare a fare la spesa o semplicemente fare una passeggiata. Qual è il funzionamento di base? Alcuni motori situati all'interno dell'esoscheletro forniscono la spinta necessaria che permette all'indossatore di compiere determinati movimenti con le braccia e con le gambe. Un po' come succede con le biciclette elettriche che aumentano la loro potenza mediante la pedalata del ciclista.

Tuttavia la potenza dell'esoscheletro EXO Suit è limitata per evitare che a qualche anziano più "coraggioso" venga in mente di voler sollevare un peso che potrebbe mettere a rischio la sua salute. Inoltre, è stato deciso che l'esoscheletro non dovrà essere considerato come una tecnologia robotica, bensì come uno "strumento", un dispositivo. Questo per evitare che anziani tecnofobici si impressionino più del dovuto. Insomma, stanno realizzano il progetto considerando anche la componente psicologica.

Un'idea nuova, una tecnologia utile

Trovo davvero interessante e originale la realizzazione di un esoscheletro pensato per le persone più anziane. I lavori del progetto dovrebbero durare tre anni, ma è probabile che il prodotto finito EXO Suit sia disponibile non prima di 5 anni. In ogni caso, si tratta di una tecnologia molto utile perché pensata per una nicchia di utenti ben precisa.

Gli anziani non solo potrebbero ritrovare un certo livello di autonomia, ma verrebbero anche invogliati a svolgere attività che magari non si sarebbero mai sognati di svolgere a una certa età. Ma l'esoscheletro potrebbe essere utilizzato anche da persone che hanno determinate disabilità fisiche o malattie, o che hanno degli acciacchi dovuti all'avanzamento dell'età ma che lavorano ancora. EXO Suit è stato pensato principalmente per gli anziani, è vero, ma il progetto mostra una certa flessibilità che in futuro potrebbe fare la differenza.

La salute prima di tutto!

L'esoscheletro sembra essere una delle tecnologie più adatte per proteggerci da danni fisici sul posto di lavoro: penso a FORTIS che consentirà di produrre fino a 20 volte di più e a Robo-Mate per lo spostamento, il montaggio e lo smontaggio di oggetti. Ma l'esoscheletro si sta dimostrando anche un'ottima tecnologia per quanto riguarda la riabilitazione, come puoi osservare dagli esempi accennati nell'introduzione di questo post.

Quindi è probabile che tra 5 anni vedremo sempre più esoscheletri nelle industrie e non solo. Un giorno potremo vederli negli ospedali per svolgere terapie, nelle fabbriche come "indumento" da indossare per legge, come lo è oggi ad esempio il casco per gli operai. E potremo vederlo sempre più anche in giro per strada, proprio grazie a progetti come EXO Suit.

Dispiace solo per la deviazione linguistica che sembra essere stata necessaria per convincere i tecnofobici, o comunque le persone anziane che si impressionano più facilmente, a indossare un dispositivo tecnologico di questo livello. Se è più utile che lo chiamino "strumento" e non esoscheletro o dispositivo robotico, allora ben venga. In fondo ciò che conta di più è la salute.

Fonti:
axo-suit.eu
gizmag

Etichette: , ,