Les Baugh: l'uomo bionico

Les Baugh
Quando era ragazzino, Les Baugh ebbe un incidente elettrico e perse entrambe le braccia. Ora ha 59 anni e da poco si è sottoposto a un intervento chirurgico per rimappare i nervi rimanenti e consentirgli di gestire al meglio la sua nuova protesi costruita dagli ingegneri del laboratorio di fisica applicata della Johns Hopkins University.

La protesi di ultima generazione è composta da due braccia robotiche controllabili con la mente. Les Baugh pensa ai movimenti che intende compiere e le braccia rispondono al comando. Le braccia sono modulari, cioè possono essere smontate e ricostruite in base alle esigenze del paziente. Quindi la protesi potrebbe essere montata per aiutare chi ha perso una mano o un braccio, oppure i tetraplegici o chi ha avuto un ictus.

La protesi è perfettamente funzionante, ma ci sono ancora alcune questioni da risolvere. È infatti necessaria l'approvazione della FDA (Food and Drug Administration) prima di poter essere lanciata sul mercato. Ciò significa che probabilmente saranno necessarie delle sperimentazioni cliniche. Intanto Les l'ha provata e sembra trovarsi molto bene. Se pensi che un uomo bionico possa perdere la sua umanità, ti consiglio di guardare il video in cui Les dimostra tutt'altro: sorride, è felice, riesce a fare cose che prima per lui erano impossibili. È sicuramente più umano di prima.


Fonte: nytimes

Etichette: , ,