La Francia vieta la coltivazione di OGM


Il parlamento francese ha approvato la proposta di legge che vieta la coltivazione di mais geneticamente modificato. Nel caso in cui non si rispetti questa legge, al governo sarà concesso di ordinare il disfacimento dei campi coltivati. Anche in Italia è stato sancito, in modo definitivo, il divieto di coltivazione di OGM. La sentenza del Tar del Lazio di bocciare il ricorso contro il decreto che vieta la coltivazione di mais geneticamente modificato ha anticipato la decisione francese di circa due settimane.

Un altro stato europeo si schiera contro la coltivazione di OGM. Le nazioni che invece continuano a dedicarsi a questo tipo di coltivazione sono: Portogallo, Slovacchia, Repubblica Ceca, Romania e soprattutto la Spagna, dove 136.962 ettari di terreno ospitano coltivazioni di mais geneticamente modificato. Si tratta di un vastissimo spazio che copre addirittura la somma degli ettari di campo sfruttati dalle nazioni precedentemente elencate. Forse sarebbe giunto il momento di capire più approfonditamente cosa succede nel contesto spagnolo.

Fonte: www.informasalus.it

Etichette: , ,